A proposito dell'autore

E’ Founder & Executive di AreaNetworking.it, uno dei maggiori punti di riferimento online del settore ICT ed il più grande Cisco Users Group ufficiale in Italia. E’ fondatore e presidente di Tesla Club Italy, club ufficiale italiano per appassionati e possessori Tesla. E’ stato l’ideatore & Event Director del festival ICT e Business Development Manager in Smau. Owner di CiscoForums.it. Amministratore di Lagni Group Srls.

Google's logo

Pare proprio che Google faccia davvero sul serio, per quanto riguarda gli investimenti sulla Green IT. L’ultima trovata del colosso dei motori di ricerca, è un Data Center situato su navi ancorate in mare aperto. Sfruttano i movimenti delle onde dell’acqua per poter ricavare energia che andrà ad alimentare la sala macchine: sarà in grado di produrre fino a 40 megawatt.

D’altra parte, una grossa percentuale di tutta la superficie d’acqua è costituita d’acqua. Perchè non sfruttarla? L’idea di Google è stata anche concretizzata ufficialmente, da parte del colosso, tramite un brevetto che la società avevo preventivamente registrato già nel 2007.

Oltre che per l’energia, può sfruttare le onde come sistema di raffredamento del Data Center.

Il progetto, similmente come Cisco NoW, può far fronte alle situazioni di emergenza portando connettività e servizi IT ove necessario. Essendo “mobile”, infatti, è una infrastruttura che può essere spostata nei luoghi che, in situazioni di emergenza e calamità, necessiterebbero di servizi di telecomunicazione e connettività.

Quì ci sono ulteriori dettagli.

Close
Entra in contatto con altri professionisti ICT, seguici su Facebook e Twitter: