A proposito dell'autore

Ciao a tutti, sono Alessandro, sono nato a Palermo il 24/01/1983 e vivo a qualche chilometro dalla città. Da anni coltivo la passione per i computer e tutto quello che ci sta attorno, con un occhio di riguardo per il mondo delle reti. Nel 2000 mi avvicino al mondo di Linux e ne resto impressionato da ciò che consente di fare, nonchè alla filosofia dell’opensource. Nel Aprile 2005 ho conseguito la certificazione Cisco CCNA. Da Novembre 2006 sono membro del CUG. Ho completato il corso HP IT Essential I e II e Cisco Network Security. Ho svolto uno stage presso Jump2Future dove mi sono occupato di redigere una ralazione per la realizzazione di un cluster basato su RedHat GFS (Global File System). Lavoro per l’IBIM-CNR di Palermo dal 2002 come tecnico informatico e gestione rete. Sto cominciando ad acquisire conoscenze nel campo del VoIP con software quali Trixbox e Elastix, realizzazione e uso di macchine virtuali basate su VMWare.

Cos’è Bugzilla

Bugzilla è un’applicazione per il monitoraggio e la gestione dei bug. Una simile applicazione consente a singoli o gruppi di sviluppatori di mantenere traccia dei bug in sospeso o delle richieste di miglioramento. Scritto in Perl, Bugzilla attualmente lo standard de-facto dei sistemi di monitoraggio degli errori con cui tutti gli altri software devono confrontarsi. Attualmente Bugzilla è utilizzato da molte aziende per lo sviluppo interno di software.

Bugzilla è migliorato notevolmente negli anni e ora integra moltissime caratteristiche avanzate, tra cui:

  • Schema di sicurezza granulare integrato per prodotto
  • Dipendenze tra i bug e grafici di dipendenza
  • Capacità avanzate di report
  • Un back-end RDBMS stabile e robusto
  • Configurabilità estesa
  • Un protocollo di risoluzione dei bug facilmente comprensibile e ampiamente testato
  • Interfacce di programmazione via e-mail, XML, console, e HTTP
  • Possibilità di integrazione con software di CMS, inclusi Perforce e CVS (attraverso l’interfaccia e-mail di Bugzilla e script di checkin/checkout)
  • … molte altre funzionalità.

Perché un’azienda dovrebbe usare Bugzilla?

Molte aziende stanno scoprendo che un sistema integrato di gestione degli errori riduce i tempi di non disponibilità delle informazioni, migliora la produttività e aumenta la soddisfazione della clientela nei confronti dei loro sistemi. Oltre a una completa trasparenza, un sistema di gestione dei bug permette ai produttori di rimanere in contatto con i propri clienti e rivenditori, di dialogare efficacemente su problemi specifici. Molte aziende hanno anche capito che i sistemi di gestione dei bug permettono di ridurre i costi, fornendo al supporto informatico una base di conoscenza per l’assistenza telefonica e un sistema comune e ben conosciuto per la gestione di problemi e situazioni rare.

Bugzilla si adatta a molte situazioni diverse. Alcuni campi di applicazione noti sono le code di supporto in campo IT, la gestione dell’implementazione dell’amministrazione di sistema, progettazione di chip e gestione dei problemi di sviluppo (sia nella fase di pre-produzione che di post-produzione), e gestione dei bug software e hardware per colossi come Redhat e Linux-Mandriva. In combinazione con sistemi come CVS, Bonsai o Perforce SCM, Bugzilla fornisce una soluzione potente e semplice per gestire le configurazioni e replicare i problemi.

Bugzilla può migliorare anche la produttività dei singoli impiegati fornendo un percorso di lavoro preciso e documentato e un feedback positivo per ogni operazione corretta. Quante volte ci si sveglia al mattino, ricordandosi che si doveva preparare qualcosa per quel giorno, ma non si riesce a ricordare che cosa? Inserendo il proprio impegno in Bugzilla, si avrà a disposizione un record per questa attività da cui estrapolare delle milestone, dove sarà possibile specificare le versioni del prodotto per l’integrazione, e usando le funzionalità di integrazione e-mail di Bugzilla essere in grado di seguire costantemente il filo della discussione che porta a decisioni critiche.

Installazione su Debian Sarge

Questo test è stato condotto su un pc dotato di processore Pentium II 350MHz e 128MB di RAM, con installazione minima da netcd di Debian Sarge.
Preparazione del sistema

Useremo dei pacchetti già pronti per l’installazione tramite apt, scaricandoli dai alcuni mirror riportati di seguito:

# /etc/apt/sources.list

deb http://debian.fastweb.it/debian stable main contrib non-free
deb http://packages.dotdeb.org/ stable all
apt-get update
apt-get install sendmail-base sendmail-bin sendmail-cf mysql-server php5 xml-core php5-pear apache \
libapache-mod-php5 php5-mysql dbishell libcompress-zlib-perl libmysqlclient14-dev mailx openssl \
libsasl2-modules jed php5-mysql

Per il corretto funzionamento di Bugzilla, occorrono alcune librerie perl, quindi le installiamo tramite CPAN:

perl -MCPAN -e 'shell'
o conf prerequisites_policy ask
install Bundle::CPAN
reload cpan
install LWP
install AppConfig
install CGI
install Data::Dumper
install Date::Format
install DBI
install File::Spec
install File::Temp
install Template
install Text::Wrap
install Mail::Mailer
install MIME::Base64
install MIME::Parser
install Storable
install GD
install Chart::Base
install GD::Graph
install GD::Text::Align
install XML::Twig
install PatchReader
install Template::Plugin::GD
install HTML::Scrubber
quit
cd /usr/src
wget  http://search.cpan.org/CPAN/authors/id/C/CA/CAPTTOFU/DBD-mysql-3.0008.tar.gz
tar zxvf DBD-mysql-3.0008.tar.gz
cd DBD-mysql-3.0008
perl Makefile.PL && make && make install && ldconfig && cd ..

Preparazione del database per la gestione/registrazione degli account e bugs

Prima di installare Bugzilla dobbiamo creare un database (MySQL o PostgreeSQL) dedicato.

mysqladmin -uroot password ‘password’
mysql -u root -p
     create database bugs;
     GRANT SELECT, INSERT, UPDATE, DELETE, INDEX, ALTER, CREATE, LOCK TABLES,
     CREATE TEMPORARY TABLES, DROP, REFERENCES ON bugs.* TO bugs@localhost
     IDENTIFIED BY 'db_pass';
     FLUSH PRIVILEGES;
     \q

Installazione di Bugzilla

Adesso possiamo prelevare i sorgenti di Bugzilla e installarli nel sistema. Per il funzionamento occorrerà apportare delle modifiche al file di configurazione di Apache.

wget 
tar zxvf bugzilla-2.22.1.tar.gz
cd bugzilla-2.22.1
./checksetup.pl # saranno poste delle domande relative l’amministratore del
                  sistema ed email dello stesso
jed localconfig
     $webservergroup = "www-data";
     $db_host = 'localhost';
     $db_name = 'bugs';
     $db_user = 'bugs';
     $db_pass = 'db_pass';
cd ..
mv bugzilla-2.22.1 /usr/local/bugzilla

Nel file httpd.conf, occorre creare un alias alla directory di Bugzilla, specificando le relative opzioni del caso e riavviando Apache al termine.
jed /etc/apache/httpd.conf

    Alias /bugzilla /usr/local/bugzilla
    <Directory /usr/local/bugzilla>
      Options +ExecCGI
      AllowOverride Limit
      DirectoryIndex index.cgi
      Allow from 192.168.0.0/255.255.255.0
      AddHandler cgi-script .cgi
     </Directory>
/etc/init.d/apache restart

Adesso che l’installazione è terminate, verifichiamo il funzionamento del sistema puntando un browser web all’url http://server/bugzilla. Accedendo con le credenziali impostate al momento dell’installazione è possibile aggiungere/gestire gli utenti e creare/amministrare le categorie dei bug che si vogliono rendere disponibili ai propri utenti.

installazione è possibile aggiungere/gestire gli utenti e creare/amministrare le categorie dei bug che si vogliono rendere disponibili ai propri utenti.

Post correlati

Close
Entra in contatto con altri professionisti ICT, seguici su Facebook e Twitter: