A proposito dell'autore

E' Founder & Executive di AreaNetworking.it, uno dei maggiori punti di riferimento online del settore ICT ed il più grande Cisco Users Group ufficiale in Italia. Founder anche di TeslaItalia.it - Tesla Club Italy, il riferimento italiano per gli appassionati ed i clienti Tesla. E' stato l'ideatore & Event Manager del festival ICT. Oggi è Business Development Manager di Smau. Owner di CiscoForums.it.

Massimo Marchiori di VoluniaOrmai ci siamo: come avevamo annunciato in tempo zero, domani migliaia di persone in tutto il mondo seguiranno il lancio mondiale di Volunia, oltre a noi che saremo presenti direttamente in platea.

Oggi su Nòva24 de Il Sole 24 Ore è uscito uno speciale su Volunia a cura di Luca De Biase. Senza riportare parti integrali, vorrei trasmettere quanto, ancora una volta, emerge riguardo questo importantissimo progetto.

Insomma, lo abbiamo già detto in precedenza, Marchiori è sicuramente una persona con una forte personalità: particolarmente tenace, ambizioso, coraggioso… e sicuramente anche un sognatore. Questi sono aggettivi che, a pelle, mi sento di attribuirgli. Cosa si potrebbe dire, del resto, di un ricercatore universitario che da anni lavora assiduamente a Volunia, con tenacia, rifiutando contratti lavorativi ad elevata remunerazione? Insomma, una persona che attribuisce ai soldi un valore molto più basso rispetto all’avere un progetto proprio in cui credere.

Una cosa straordinaria è anche come Marchiori non sia affatto geloso o invidioso di cosa Google sia diventato, anche grazie a lui. D’altra parte, racconta, lo scopo del suo Hyper Search era migliorare la vita di qualcuno e Google ci è riuscito. I contatti con Big G, racconta Massimo, non si sono affievoliti. Domani, tramite lo streaming online, molti ingegneri Google seguiranno infatti la Conferenza Stampa.

Tornando però a Volunia, oltre a Massimo Marchiori dobbiamo ringraziare anche il suo socio Mariano Pireddu, l’imprenditore sardo con molti anni di esperienza nel mercato delle Telecomunicazioni che ha finanziato il progetto con circa 2 milioni di euro. Azione che, al di là del valore economico, nasconde – si fa per dire – un altro grande valore: credere in un qualcosa di nuovo, di diverso.

Volunia ed il vero social networking

Nessuno si è mai chiesto cosa nasconde il payoff di Volunia? “Volunia, seek & meet“. Vuol dire tutto. Rappresenta l’approccio fondamentale di Volunia. Non solo “seek”, come sono tutti gli attuali motori di ricerca, ma anche “meet”, proprio come farà Volunia. Già, perché sembrerà forse più un social network che un motore di ricerca fine a se stesso.

Le ricerche permetteranno di vedere e conoscere live tutte le persone che hanno cercato o stanno cercando nello stesso istante la stessa cosa e quindi, in sostanza, chi ha gli stessi nostri interessi.

Sarà possibile conoscere il numero di persone che stanno visitando una determinata pagina o sito. Inoltre, si potrà anche chattare e chiedere l’amicizia ad altri navigatori.

Incredibile la funzione Mappa: ogni sito diventerà un quartiere all’interno di una cartina che potrà essere esplorata vedendo in tempo reale dove sono gli altri utenti, il tutto rispettando comunque la privacy, tematica alla quale Volunia vuole dare molta attenzione.

L'anteprima di Volunia

L'anteprima di Volunia

Qual è il grosso cambiamento che tutte queste features porteranno? Semplice: la navigazione non sarà più statica come è ora con i classici motori di ricerca. Volunia permetterà una navigazione molto più dinamica, appunto, ed entusiasmante. Il valore non sarà più dato solo dai contenuti ricercati e trovati ma anche a tutto il contesto e contorno social che si creerà attorno. Insomma, davvero una nuova esperienza di navigazione nel web.

Ecco altri nostri articoli su VOLUNIA:
[catlist id=1639 numberposts=-1]

  • Dalla descrizione sembra molto accattivante, pero’ ho sempre visto con sospetto i motori che integrano funzionalità social, visto che è fin troppo facile creare fake profile per manipolare i risultati di ricerca: alla faccia della pertinenza che dovrebbe essere caratteristica essenziale! Non è detto che quello che piace a me abbia una schiera di fan ad ogni costo, trovo piuttosto fuorviante questo concetto perchè secondo me “ammazza” la coda lunga.

    Intendiamoci, non voglio sminuirlo prima ancora di vederlo attivo, pero’ mi sarei aspettato una cosa piuttosto diversa e più legata ad ambiti semantici o di ricerche tematiche e/o multimediali. Roba che serve, secondo me…

  • Ciao Salvatore,

    L’anteprima di un progetto come questo è soltanto una piccola parte di, prima tutto, quello che verrà presentato domani ma soprattutto di come sarà Volunia da qui ad 1, 3, 6 mesi.

    Non credo proprio che Volunia possa essere soggetto a bug qualitativi come quello dei fake profile. Vedremo quanta semantica ci sarà, quanto social… e quanto qualità dei risultati. Tutto questo domani… :-)

    Grazie del commento ed a presto. Se vorrai testare Volunia e contribuire ai contenuti su AreaNetworking.it, ben venga… in tal caso scrivi a volunia@areanetworking.it.

    A domani…

  • Ciao Federico,

    in realtà non mi riferisco esattamente ad un bug quanto ad una controindicazione valida anche per G Plus e Facebook (se creo 10 fake profile avrò 10 like/+1 in più che non corrispondono a persone reali). Credo che sia un limite innato derivante dalla fusione search + social, non tanto dal progetto in sè…

    Ma oggi non fanno la presentazione in streaming? Non trovo più il canale… :)

  • Buongiorno Salvatore,

    Sì, non intendevo bug nel suo significato originario bensì un insieme di caratteristiche che permettano azioni (creazioni face profile) che alterano la qualità dei risultati. Insomma, credo che Volunia funzionerà a dovere su questo.

    PS: ecco il link: http://www.unipd-cmela.it/volunia/

    A presto! :-)

Close
Entra in contatto con altri professionisti ICT, seguici su Facebook e Twitter: