A proposito dell'autore

E' Founder & Executive di AreaNetworking.it, uno dei maggiori punti di riferimento online del settore ICT ed il più grande Cisco Users Group ufficiale in Italia. E' fondatore e presidente di Tesla Club Italy, club ufficiale italiano per appassionati e possessori Tesla. E' stato l'ideatore & Event Director del festival ICT e Business Development Manager in Smau. Owner di CiscoForums.it. Amministratore di Lagni Group Srls.

Marchiori di Volunia E’ notizia ufficiale di pochi minuti fa: Volunia sarà lanciato il 6 Febbraio 2012. Dopo alcune settimane di attesa aggiuntiva rispetto alle previsioni, il nuovo ed innovativo (quanto promettente) motore di ricerca ha annunciato poco fa nella propria pagina ufficiale Facebook la data di lancio.

Da questa data, quindi, sarà possibile accedere a volunia.com.

Di questo progetto tutto italiano abbiamo parlato in un nostro precedente articolo.

Spesso tutti noi siamo abituati a sentire frasi come “mi vergogno di essere italiano”, correlate a molti fatti negativi che affliggono il nostro paese. Volunia, invece, fa proprio l’effetto contrario. L’entusiasmo, la speranza ma soprattutto l’aspirazione che Volunia possa competere con Big G, ma in generale con tutti i motori di ricerca, sta portando moltissime persone a sentirsi orgogliosi e fieri di essere italiani.

D’altra parte, come ho già detto, Massimo Marchiori e il suo team sembrano molti sicuri di quanto stanno facendo. Il 6 Febbraio Volunia sarà aperto ai power users. A proposito di quest’ultimi, ecco cosa dice Volunia nella propria pagina Facebook:

Power Users, you will find less of an engine and more of Volunia!

Insomma, una frase piuttosto chiara per sottolineare ulteriormente come Volunia avrà poco a che fare con i comuni e classici motori di ricerca. Tra i plus e le differenze di questo progetto sembra esserci molta più interazione uomo-macchina… quindi non più un motore statico che risponda semplicemente a delle domande.

La mia riflessione più forte in questo momento è: ci sarebbe stato Volunia se Massimo Marchiori avesse accettato anche solo una delle offerte che in questi anni gli sono state fatte? Che ne sia valsa la pena voler restare in Italia e lavorare sulle proprie idee, sui propri progetti? Molto probabilmente sì.

Va ringraziato e tenuto ben conto anche di Mariano Pireddu, l’imprenditore sardo che ha finanziato Volunia e quindi contribuito enormemente alla sua realizzazione.

Continuate a seguirci frequentemente, seguiremo Volunia molto da vicino!
Diventate fan della nostra pagina Facebook, cliccate qui.

Ecco altri nostri articoli su VOLUNIA:
[catlist id=1639 numberposts=-1]

Close
Entra in contatto con altri professionisti ICT, seguici su Facebook e Twitter: