Giorno dopo giorno i criminali informatici si dotano di strumenti sempre più sofisticati ed efficaci per fare breccia nei sistemi IT delle aziende.

Il segreto per batterli? Smetterla di aggiornare l’antivirus.

Gli antivirus tradizionali sono vulnerabili alle minacce zero-day proprio perché c’è un fisiologico ritardo tra l’emergere di un nuovo malware e l’aggiornamento delle firme.

Se però utilizzi un antivirus all’avanguardia e senza firme come Webroot, riuscirai a:

  • proteggere in tempo reale i sistemi grazie a tecnologie di machine learning che operano nel cloud;
  • non rallentare le macchine con software pesante e continui update;
  • risparmiare un sacco di tempo azzerando i costi di gestione e installazione, perché non avrai più server e console da installare nelle reti da proteggere;
  • Se sei un fornitore di servizi IT potrai ottenere buoni margini ricorrenti, grazie al licensing e alla console di gestione che abbracciano il modello di successo dei Managed Service Provider.

Webroot garantisce una protezione completa dei device sostituendo le firme con il rilevamento e la neutralizzazione in tempo reale. Si avvale infatti di un modello distribuito nel quale l’intelligence ricavata dagli endpoint di tutto il mondo protegge istantaneamente tutti gli altri endpoint collegati a Webroot Intelligence Network creando un cerchio di protezione sempre attivo. Quindi, semplicemente installando 3 MB di eseguibile, l’antivirus riesce a essere sempre aggiornato e a combattere polimorfismo dei virus e minacce zero-day.

Se vuoi scoprire di più su Webroot, partecipa al webinar di giovedì 7 marzo alle ore 12:00!