Sempre più aziende di ogni dimensione e settore si dotano di sistemi IT che necessitano di essere gestiti da MSP (Managed Service Provider) o IT Service Provider.

Ma le figure tecniche specializzate sono merce sempre più rara e costosa di questi tempi, per cui un fornitore di servizi IT si trova spesso a:

  • prendere nuovi clienti senza poterli effettivamente gestire, con conseguenti danni sia per i clienti che per chi gestisce l’IT;
  • non crescere più come azienda e venire divorato da chi cerca di espandersi sul mercato.

Fortunatamente esistono dei software di Remote Monitoring and Management (RMM) che permettono a un MSP di gestire l’infrastruttura IT delle aziende in modo migliore, aumentando l’efficienza e impiegando molto meno tempo, in questo modo i tecnici potranno gestire più clienti senza dover lavorare la notte.

Con questi software un fornitore di servizi IT può:

  • risparmiare tempo;
  • svolgere le attività in modo automatico, senza la tua presenza;
  • fare monitoraggio;
  • sapere cosa succede nelle reti;
  • aumentare la sicurezza dei tuoi clienti;

In sintesi l’RMM è un unico strumento per fare tutto, che permette a chi si occupa dei sistemi IT delle aziende di visualizzare e gestire tutte le macchine di tutti i clienti nello stesso posto. Utile? Direi quasi indispensabile.

Sei un fornitore di servizi IT? Se non utilizzi ancora un software RMM (o se hai cominciato a farlo da poco) probabilmente in questo momento ti starai chiedendo “tutto molto bello, ma io come faccio a partire con questo strumento?”.

Ne parleremo durante il webinar di giovedì 21 marzoiscriviti subito gratuitamente!