martedì, Dicembre 6, 2022

Problematica relativa al NAT in presenza di una VPN

Gianremo Smisek
Certificato Cisco CCNA, CCDA, CCNP e CCDP. Lavorava come Network Admin presso il NOC di un ISP Locale, occupandosi di installazione/troubleshooting ADSL/infrastruttura di rete/routing su DSLAM e router/switch Cisco. Attualmente, ricopre il ruolo di ICT Consultant indipendente.

La seguente problematica mi è capitata al lavoro, dopo che una sede mi ha richiesto di far navigare solo un singolo host di una determinata rete afferente ad un link VPN.

Supponiamo di avere una rete del genere:

Interfacce sui router:
LAN: FastEthernet0/0
WAN-VPN: Serial0/0

Sede A: 10.1.1.0/24
Sede B: 10.1.2.0/24
P-t-P Link: x.y.z.k/30

Le due sedi comunicano tramite un tunnel VPN IPsec. Non staremo quì a coprire la configurazione di una VPN con IPsec e ISAKMP ma, cosa succede se si vuole far uscire su internet un host della sede A tramite NAT? Cisco IOS processa prima le rules del NAT e dopo quelle della VPN, cambiando l’indirizzo L3 sorgente del pacchetto con l’Inside Global Address (x.y.z.k) causando quindi il non-match dell’ip sorgente che attiva il tunnel IPsec. A questo punto dobbiamo configurare IOS in modo che il NAT sia negato per il traffico attraverso il link VPN e permesso invece per tutto il resto. Di seguito, la config:

ip nat inside source list NAT-VPN interface Serial0/0 overload
!
ip access-list extended NAT-VPN
deny   ip 10.1.1.0 0.0.0.255 10.1.2.0 0.0.0.255
permit ip host 10.1.0.x any
!

Articoli correlati

Il Digital Divide è ancora attualità

Cosa si intende per Digital Divide? È letteralmente una “separazione digitale”, quindi una condizione che si verifica tra chi ha accesso alle tecnologie digitali e...

Digital Transformation


 

Noleggia una Tesla per il tuo evento ICT!

Categorie