Le tecnologie informatiche e della comunicazione pervadono la società moderna ed in ogni ambito lavorativo si richiedono competenze nell’utilizzo di strumenti informatici di base e avanzati per supportare quotidianamente i processi produttivi. In particolare, il professionista che opera nell’ICT deve essere altamente qualificato, autonomo, dinamico e pronto a sottoporsi ad una formazione continua, aggiornando costantemente le proprie competenze durante tutto l’arco della vita.

Che si tratti di risorse “formate” o “da formare” esse dovranno certificare le proprie competenze. Questo perché, in un mercato del lavoro fortemente competitivo, la certificazione diventa inevitabile strumento di misura oggettiva e condivisa delle competenze.

Nella scelta di un corso di formazione informatica è quindi determinante capire se esso porterà al conseguimento di una certificazione che sia riconosciuta dalle aziende a livello internazionale. Tuttavia questo non basta, perché altrettanto fondamentale risulta essere la necessità di sperimentare sul campo le tecnologie sulle quali ci si sta formando.

Ecco quindi che l’offerta formativa deve cercare di rispondere ad una tale domanda mettendo a disposizione strumenti collaudati, accessibili, che valorizzino il percorso formativo permettendo alle risorse di maturare un’esperienza significativa e qualificante nell’utilizzo delle tecnologie.

Simulatori ed emulatori sono senza dubbio un ottimo supporto all’apprendimento, ma il valore di un’esperienza “reale” non ha paragoni. Elemento indispensabile è la possibilità di riproporre casi di studio su attrezzature moderne di cui il corsista possa fruire in modo esclusivo, costantemente assistito da docenti esperti e qualificati.

Questo è anche l’impegno di Scuola Vega che supporta la propria proposta formativa in ambito networking ed in particolare delle tecnologie Cisco Systems mettendo a disposizione dei suoi corsisti un laboratorio Cisco rapidamente accessibile da qualsiasi postazione e soprattutto aderente alle specifiche dettate da Cisco per i tre percorsi di certificazione per i quali Scuola Vega risulta accreditata: Corso CCNA R&S, Corso CCNA Security, Corso CCNP R&S.

L’accesso al laboratorio avviene, previa autenticazione, attraverso un qualsiasi web browser che sia Java-enabled. Ogni corsista, dotato delle proprie credenziali, accede tramite pannello web (Figura 1) ad un proprio set di dispositivi sui quali può operare liberamente ed indipendentemente.

Laboratorio Cisco di Scuola Vega

Figura 1 – Accesso al laboratorio

Ogni P.O.D. mette a disposizione di ciascuno dei corsisti partecipanti contemporaneamente alle attività:

  • 3 router per affrontare le tematiche di routing proprie della CCNA e della CCNP Route.
  • 4 switch di cui 2 multi-layer, più un router configurabile in modalità on-a-stick, per affrontare le tematiche di switching della CCNA e della CCNP Switch.
  • 3 router con IOS Advanced Security, più un ASA 5505, per affrontare le tematiche di security della CCNA Security.
  • 3 PC client/server per testare i servizi di rete e le comunicazioni end-to-end.

Nelle figure 2 e 3 sono riportate alcune delle configurazioni disponibili per il corsista a seconda che si trovi ad affrontare tematiche di switching, di routing o di security.

Laboratorio Cisco di Scuola Vega

Figura 2

Laboratorio Cisco di Scuola Vega

Figura 3

Cliccando sui pulsanti di connessione presenti su ciascun apparato si effettua la connessione all’apparato stesso. L’accesso avviene remotamente in Telnet per i dispositivi di rete e tramite protocollo VNC per i PC.
Per i dispositivi di rete l’accesso remoto Telnet viene trasformato in un accesso locale Console grazie all’intermediazione di un Access Server (Figura 4). Questo è assolutamente fondamentale poiché l’accesso tramite porta Console è l’unico che permette di pilotare un apparato vergine di configurazione, come ovviamente dev’essere, essendo chiamato il corsista ad operarne innanzitutto la prima configurazione.

Laboratorio Cisco di Scuola Vega

Figura 4

L’accesso tramite porta Console permette inoltre, laddove risulti necessario, di riavviare l’apparato senza perdere connettività, assistendo quindi alla fase di boot del dispositivo. Permette infine di accedere alla modalità ROMMON e compiere importanti operazioni tra le quali:

  • Reset della password di privileged EXEC mode.
  • Recovery dell’immagine dell’IOS.

Il ruolo di intermediazione dell’Access Server è tale dunque che permette di lavorare da qualsiasi postazione remota come se si fosse davanti all’apparato con il proprio portatile e cavo di Rollover connesso alla porta Console. Didatticamente questo risulta imprescindibile e di fondamentale importanza.

Lavorare sui dispositivi e perseguire gli obiettivi della giornata di laboratorio è veramente semplice ed intuitivo. Basta aprire tutti terminali remoti necessari, anche contemporaneamente, ed operare eseguendo i task di configurazioni richiesti.

Nelle figure 5 e 6 alcuni esempi di situazioni di lavoro in cui il corsista può trovarsi aprendo diversi terminali remoti e mantenendo il controllo completo sulla situazione della rete sulla quale si trova ad intervenire.

Laboratorio Cisco di Scuola Vega

Figura 5

Laboratorio Cisco di Scuola Vega

Figura 6

Scuola Vega ha investito molto per fornire ai propri studenti una modalità di formazione qualitativa ed efficace. I laboratori sono in questo uno strumento essenziale e determinante per l’apprendimento di tutti i concetti ed i temi spiegati nei corsi Cisco.

Ti invitiamo a:

[column size=one_half position=first ][button color=”brown” size=”normal” alignment=”center” rel=”follow” openin=”newwindow” url=”http://www.futureservice.it/LaboratorioCisco.htm”]Approfondire il Laboratorio Cisco[/button][/column]

[column size=one_half position=last ][button color=”brown” size=”normal” alignment=”center” rel=”follow” openin=”newwindow” url=”http://www.futureservice.it/CategorieCorsi.htm”]Approfondire i nostri Corsi[/button][/column]

Continua a leggere i nostri contenuti su AreaNetworking.it. Per qualsiasi informazione, puoi inserire un commento qui sotto. Appuntamento al prossimo articolo di Scuola Vega.

Close
Entra in contatto con altri professionisti ICT, seguici su Facebook e Twitter: