mercoledì, Febbraio 21, 2024

Cresce la value proposition RFID di Softwork con il nuovo reader UHF MRU102 e le librerie Apple e Android.

Paola Visentin
Paola Visentinhttp://www.rfidglobal.it/
Distributore a Valore Aggiunto di Tecnologie di Identificazione Automatica in Radiofrequenza (RFID)

Softwork, il distributore di sistemi RFID, introduce nella gamma delle sue proposte il nuovo dispositivo MRU102 in banda UHF, prodotto da Feig Electronic: dimensioni compatte, performance arricchite, versatilità per un’ampia varietà di applicazioni sono i tratti distintivi del nuovo controller, disponibile anche in versione modulo per OEM.

Brescia, 1 giugno 2012

 

 

 

 

 

 

Softwork, il distributore a valore aggiunto di tecnologie RFID, annuncia l’ingresso nelle sue architetture di identificazione in radio-frequenza del nuovo UHF Mid Range Reader MRU102: operativo in banda UHF (860-960 MHz), il nuovo controller si inserisce nella linea dei dispositivi con capacità di lettura “Mid Range” (fino a 4 m) che, affiancati dai dispositivi “Vicinity, Proximity e Long Range” proposti specularmente anche in banda HF, portano ad oltre 400 i prodotti Softwork a catalogo.

Con un consumo massimo di 7 W ed output power regolabile fino a 500 mW, il dispositivo identifica tag RFID EPC Class1 Gen2 ed ISO 18000-6 ad una distanza compresa fra 40 cm e 4 m (in base alla configurazione dell’antenna) e nel pieno rispetto della normativa euroepa sulle radio emissioni (EN 302 208).

La versatilità del controller MRU102 consiste innanzitutto delle due versioni proposte: in box, dotata di interfaccia USB, Ethernet e PoE, ed in versione modulo per OEM (MRUM102), con interfacce RS232 ed USB.

Oltre all’antenna esterna Far Field, il dispositivo si contraddistingue per l’antenna integrata Near Field che consente letture/scritture da banco e di prossimità UHF di transponder induttivi; tutto ciò apre il dispositivo MRU102 a nuovi sbocchi applicativi, fra cui automazione di processo, movimentazione di oggetti (item-level-tagging) e logistica.

Quando l’applicazione richiede un’elevata distanza di lettura tra il reader e l’host che gestisce il sistema RFID e ne riceve i dati, la risposta ideale è la versione Ethernet del dispositivo (MRU102-PoE); inoltre grazie all’interfaccia Power over Ethernet (PoE), il dispositivo può essere facilmente cablato via Lan, riducendo così i costi dell’hardware per l’alimentazione esterna ed i tempi dell’installazione.

Per facilitare la sincronizzazione delle antenne ed a conferma dell’intelligenza a bordo dell’MRU102, lo switch fra l’antenna interna e quella esterna può avvenire sia tramite comandi software che in modo automatico nelle modalità di lettura dei protocolli FEIG Scan Mode (lettura continua dei tag e trasmissione dei dati dal controller all’host via seriale RS 232) e Notification Mode (lettura continua dei tag e trasmissione dei dati dal controller all’host via Ethernet).

La proposta “Made in Germany” del controller si declina anche nella versione OEM del modulo MRUM102, integrabile in soluzioni embedded (dispositivi o terminali): dotato di interfacce RS232 ed USB, il modulo gestisce fino 4 punti di rilevamento grazie all’antenna interna ed ai 3 connettori per antenne esterne.

A corredo delle architetture hardware RFID firmate Feig Electronic e per potenziarne l’implementazione, sono ora disponibili le nuove librerie, con sample software in formato sorgente, per Apple (MAC OS X) ed Android, che si aggiungono a quelle già esistenti per i sistemi operativi Windows (XP, Vista e 7), Windows CE, Linux, Microsoft .Net, Microsoft BizTalk e Java.

Foto del nuovo dispositivo RFID nel nostro Album Fotografico in Flickr

Media contact:
Paola Visentin
[email protected]
Tel.: 030 200 8149
LinkedIn connection

Articoli correlati

Il caso “Medusa Ransomware”

I ransomware stanno diventando sempre più una minaccia di rilevanza importante, quasi da non far dormire sonni tranquilli ad aziende sia pubbliche che private,...

Digital Transformation


 

Noleggia una Tesla per il tuo evento ICT!

Categorie