sabato, Novembre 27, 2021

PRTG & IP Fabric – assicuratevi che la vostra rete funzioni come desiderate

IP Fabrichttps://ipfabric.io/
Fondata nel 2015 nel cuore d’Europa, IP Fabric è stato creata da 2 istruttori CCIE ed uno sviluppatore di talento che hanno visto l'opportunità di semplificare ed automatizzare in modo significativo una serie di attività fondamentali richieste per implementare o gestire qualsiasi progetto di rete. Oggi siamo una tecnologia leader per l’Intent-Based Networking, che aiuta clienti in tutto il mondo ad utilizzare al meglio la propria infrastruttura per raggiungere la sempre ricercata Digital Transformation.

di Daren Fulwell

Le reti sono sempre più necessarie al funzionamento della vostra azienda e la loro complessità continua ad aumentare. Quindi dovete assicurarvi che la vostra piattaforma di monitoraggio mostri lo status globale dei dispositivi di rete.

IP Fabric può aiutarvi a rispondere alla domanda: “Sto davvero monitorando tutta la mia rete”? Seguitemi e vi spiegherò come.

Inventory

Il primo elemento chiave nella funzionalità di IP Fabric è un eccellente processo di discovery, che entra nella vostra rete per individuare tutti i dispositivi attivi e ne analizzi le loro configurazioni, relazioni e interazioni. Cosa garantisce che PRTG abbia una visione completa della rete? Naturalmente, accertarsi che l’elenco dei dispositivi in PRTG corrisponda a quelli presenti nella vostra rete. Questo aspetto sta diventando sempre più importante, specialmente per le grandi infrastrutture.

IP Fabric vi assicura un elenco accurato dei dispositivi attivi nel servizio di rete e come sono configurati. In seguito la nostra API aperta RESTful fornisce alle piattaforme esterne l’accesso diretto a quell’inventario aggiornato. Per completare il quadro, IP Fabric invia trigger Webhook a un sistema esterno quando sono eseguiti i suoi snapshot. Se si scoprono nuovi dispositivi, PRTG può essere aggiornato automaticamente tramite la sua API, e se ne può avere notifica in pochi minuti nel modo che si preferisce, anche attraverso sistemi di chat come Slack. PRTG non deve mai essere obsoleto!

Percorso E2E in combinazione con PRTG

Configurazione del dispositivo

Una volta che l’inventory è aggiornato, è necessario controllare che i dispositivi possano essere monitorati dal sistema. Per ottenere questo, ci sono un paio di controlli di configurazione da effettuare sui dispositivi stessi. Per prima cosa, occorre accertarci che l’SNMP sia abilitato e di avere le credenziali corrette per il metodo di monitoraggio selezionato (ad esempio comunità SNMP v2 o utenti SNMP v3). Poi, il dispositivo deve permettere l’accesso alle richieste di monitoraggio provenienti dal sistema. Ciò significa controllare la configurazione per le ACL e, se esistono, convalidare il permesso all’accesso desiderato.

IP Fabric recupera la suddetta configurazione e i dati di stato dai dispositivi di rete memorizzandoli nel suo modello. Quindi si creano semplici Intent Verification Rules che verifichino che la configurazione del dispositivo sia come richiesto da PRTG. Se non è così, le regole segnaleranno il dispositivo che andrà riconfigurato.

Validazione della configurazione SNMP

Interfacce critiche

Ogni volta che si aggiunge un dispositivo, non basta controllare che rimanga attivo nella rete. Le interfacce specifiche vanno monitorate per lo stato (up o down, attivo o disattivato) e l’utilizzo va misurato (di solito in base alla banda disponibile). Non basta nemmeno tracciare ogni interfaccia su ogni dispositivo. Molta CPU andrebbe sprecata nel processo, generando grosse quantità di output di scarso valore. I falsi positivi e l’alert fatigue, che risultano dal segnalare ogni singola transizione delle porte di rete lato client, spesso, oscurano i problemi reali.

Per fornire un quadro accurato, è vitale la comprensione della topologia di rete. Ciò ci permette di tracciare le interfacce critiche che vanno monitorate. I dati che IP Fabric recupera dalla rete includono la visione delle interfacce utilizzate per collegare i dispositivi di rete, oltre a quanti utenti potrebbero essere coinvolti dallo stato di ogni porta. Questo è il modo in cui identifichiamo le interfacce più critiche sui dispositivi e sondiamo solo quelle per lo stato e l’utilizzo.

Identificare interfacce critiche

Percorso end-to-end

Perché monitorare la rete? Per assicurarsi che stia fornendo una connettività sufficiente affinché un servizio sia disponibile per il suo consumatore. Ma come sapere quali dispositivi sono critici e per quale servizio?

IP Fabric può simulare il percorso end-to-end, determinando rapidamente quali collegamenti e nodi un’applicazione utilizzerà per fornire un servizio a un utente in una data posizione. La simulazione fornisce anche i dettagli dell’interfaccia di ingresso e di uscita per i nodi nel percorso di forwarding. Così, attraverso le API, è possibile utilizzare i dati di IP Fabric per raccogliere dispositivi e interfacce in gruppi di monitoraggio, che rappresentano o potenzialmente influenzano la disponibilità di un particolare servizio applicativo. Questo percorso end-to-end è convalidato ogni volta che si scatta uno snapshot della rete.

Con i dati della piattaforma IP Fabric, le possibilità sono illimitate: immaginate uno scenario in cui le immagini di un percorso end-to-end sono utilizzabili come una mappa per il monitoraggio dentro PRTG. O essere in grado di cliccare sui dettagli del dispositivo per mostrare le statistiche di monitoraggio. Anche se non sono nelle roadmap dei prodotti, queste funzionalità sono fattibili con i dati e l’accesso API.

Identificare i nodi su un percorso

Monitorare IP Fabric stesso

Ogni volta che si esegue uno snapshot in IP Fabric, avviene la re-discovery della rete. Questo permette di tracciare l’inventory, la topologia, lo stato e la configurazione nel tempo. Quando lo snapshot è completato, le Intent Verification Rules sono eseguite sugli ultimi dati, producendo nuovi report di assurance e compliance.

I risultati di questo processo sono disponibili tramite API, così possiamo monitorare i valori nel tempo. Includendo una sonda nel sistema di monitoraggio per esaminare le risposte API, possiamo produrre grafici che mostrano le tendenze dei dati di stato e delle regole di conformità, utilizzando PRTG per migliorare le capacità di IP Fabric!

Monitorare lo stato IP in PRTG

Conclusioni

IP Fabric e PRTG lavorano insieme per massimizzare la visibilità della vostra rete!

Come abbiamo visto IP Fabric può:

– Validare che PRTG stia monitorando un inventario di rete corretto e aggiornato;

– Garantire che i dispositivi di rete siano correttamente configurati per consentire il monitoraggio;

– Identificare quali dispositivi e interfacce sono critici per la vostra infrastruttura e applicazioni e concentrarsi su questi;

– Identificare le tendenze nel comportamento di forwarding, configurazione e altre metriche non facilmente riconoscibili tramite SNMP.

Inoltre, IP Fabric e PRTG Network Monitor o PRTG Enterprise Monitor sono integrabili ai vostri processi operativi, per facilitare la soluzione dei problemi di rete. Ad esempio, grazie alle Intent Verification Rules di IP Fabric, potreste identificare i problemi prima che si verifichino, poi controllare in PRTG i dispositivi interessati da errori.

Potrete inoltre costruire processi automatizzati migliori, accedendo a entrambi i sistemi tramite le rispettive API e facendo il pushing dei dati in altri sistemi. Immaginate uno scenario in cui un utente genera un incidente nel vostro ITSM: mentre lavorate un ticket, potreste recuperare i dettagli del percorso end-to-end, le modifiche di configurazione da IP Fabric, i dettagli di monitoraggio per i dispositivi e le interfacce lungo quel percorso da PRTG, infine scrivere tutto questo nel ticket, risparmiando al tecnico tempo e sforzi di indagine.

Per saperne di più, visitate il canale IP Fabric su YouTube per vedere le demo delle nostre integrazioni PRTG. Leggete i post sul Blog nel sito per sapere come i nostri partner e clienti stanno integrando IP Fabric con il loro ecosistema operativo. E se siete interessati a una prova gratuita della nostra piattaforma, date un’occhiata a ipfabric.io/trial.

Articoli correlati

L’italiano Cyber security operations center (C-SOC) della Polizia premiato come migliore innovazione europea

È stato assegnato all’Italia l’European innovation procurement awards (Euipa) 2021, il riconoscimento della Commissione europea dedicato a chi si distingue in ambito europeo per...

Seguici!

4,587FansLike
2,183FollowersFollow

Digital Transformation


 

Noleggia una Tesla per il tuo evento IT!

Categorie