Da qualche minuto, ed a pochi giorni dalla prima tappa della nostra conferenza Fatturare Digitale sulla Fatturazione Elettronica che inizierà a Vicenza (e poi Milano e Roma) la prossima settimana, tutto il web ha iniziato a porsi una domanda visto il recentissimo provvedimento del Garante Privacy inviato all’Agenzia delle Entrate. Secondo il Garante, il sistema organizzato dall’AdE per l’obbligo alla fattura elettronica non è privacy by design.

Di questo provvedimento e di cosa accadrà ora, ne stiamo parlando all’interno del nostro gruppo Telegram dedicato alla conferenza Fatturare Digitale e, quindi, dedicato in toto alla Fatturazione Elettronica. Per parlarne con i nostri speaker, avvocati e commercialisti esperti di fatturazione elettronica, ti consigliamo di entrare subito nel gruppo cliccando qui.

Rinvio o non rinvio (tra le ipotesi, vi è quella per la quale l’Agenzia chieda al Governo un posticipo della norma), indubbiamente si crea una situazione di incertezza e poca chiarezza che si aggiunge – a detta di alcuni – a quella che già c’era indipendentemente dal provvedimento del Garante Privacy.

Sulla base di tale provvedimento, il n. 481 del 15 novembre 2018, consultabile in toto in questa pagina, ai sensi dell’art. 58, § 2, lett. a), il Garante avverte l’Agenzia delle entrate del fatto che i trattamenti di dati personali effettuati nell’ambito della fatturazione elettronica, ai sensi dell’art. 1 del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127 e dei provvedimenti n. 89757 del 30 aprile 2018 e n. 291241 del 5 novembre 2018 del Direttore, così come attualmente delineati, possono violare le disposizioni del Regolamento di cui agli artt. 5, 6, § 3, lett. b), 9, § 2, lett. g), 13, 14, 25 e 32. Inoltre – ai sensi dell’art. 58, § 1, lett. a), del Regolamento ingiunge all’Agenzia delle entrate di far conoscere all’Autorità le iniziative assunte per rendere conformi i predetti trattamenti alle disposizioni sopra citate allorché gli obblighi di fatturazione elettronica divengano pienamente operativi.

Il provvedimento è stato trasmesso anche al Presidente del Consiglio dei ministri e al Ministro dell’economia e delle finanze per le valutazioni di competenza.

Entra nel nostro gruppo Telegram dedicato alla Fatturazione Elettronica!