Collaboration, sicurezza e infrastruttura: le tre componenti dei progetti smart working sono tutti pilastri portanti del portafoglio Westcon, un distributore che da sempre punta sul valore, aggiungendo servizi di prim’ordine a una scelta di vendor selezionati tra leader globali e innovatori emergenti.

Negli ultimi anni l’attenzione delle aziende nei confronti dello smart working è cresciuta in modo esponenziale. Ciò nonostante, la pandemia e l’esigenza di reimpostare il lavoro in modalità remota ha colto impreparate moltissime imprese. “In questo contesto riuscire a rispondere rapidamente con soluzioni adeguate è fondamentale per i dealer. Un aiuto importante in questa direzione è sicuramente rappresentato dai bundle, che velocizzano l’implementazione delle tecnologie mettendo a disposizione da subito tutto ciò serve” afferma Rosario Blanco, Vendor Commercial Director Westcon.

Tra i bundle del distributore spiccano soprattutto i versatili pacchetti di Poly, composti da auricolari, vivavoce e sistemi video adatti ad ogni tipologia di telelavoratore, da quelli con le esigenze più semplici a quelli con profili più sofisticati. Un altro interessante pacchetto distribuito da Westcon è il ‘Portable Branch Office’ di Extreme Networks, che consente di abilitare funzionalità di connettività sicura colmando i limiti di molte infrastrutture aziendali. In questo caso, ad essere combinati sono Sd-Wan, Wi-Fi e management cloud con soluzioni plug and play in grado di offrire servizi di livello enterprise a lavoratori remoti e piccoli uffici periferici.

Grazie alle tecnologie disponibili possiamo mettere nelle mani dei nostri dealer strumenti che non abilitano solo un accesso sicuro a risorse e applicazioni aziendali, ma anche la capacità di collaborare e la possibilità di gestire efficacemente gruppi di lavoro” spiega Blanco, sottolineando come l’obiettivo di Westcon sia quello di offrire soluzioni a valore, semplici da utilizzare e in grado di assicurare flessibilità, efficienza e produttività.
Le applicazioni voce, video e instant messaging di Mitel, basate sull’adozione del paradigma ‘Mobile First’, consentono per esempio di collaborare e comunicare facilmente, come se si fosse tutti all’interno di una stessa stanza. Il vendor, tra l’altro, offre anche POC gratuiti, aiutando così i dealer a realizzare velocemente progetti di smart working.

Un altro importante brand presente nel portfolio Westcon è Palo Alto Networks, un vero e proprio punto di riferimento nel mondo della cybersecurity. “Le sue soluzioni stanno consentendo di abilitare il lavoro da remoto presso moltissime aziende in modo semplice e sicuro: dalle Pmi grazie all’implementazione di VM alle grandi imprese con soluzioni native cloud, come Prisma Access. Un ulteriore beneficio offerto da Palo Alto Networks è poi la possibilità di attivare SOC remoti, utilizzando la soluzione Cortex XSOAR” chiarisce Blanco, che per quanto riguarda l’home-schooling cita in particolare il brand Avaya, la cui risposta alla crisi Covid è stata tra le più articolate. Con l’obiettivo di fornire strumenti di comunicazione appropriati, il vendor ha infatti creato diversi pacchetti con caratteristiche specifiche.

In particolare, per il modo Education, si distingue ‘Remote Student Experience’ e ‘Virtual Classroom Experience’, kit che comprendono cuffie, speaker e telecamere. Soluzioni semplici da utilizzare, ma in grado di offrire eccellenti qualità audio e video, oltre a una facile gestione di classroom e teacher view. A disposizione del mondo aziendale e dei contesti scolastici (in questo caso in modalità gratuita) Avaya mette anche Spaces, una piattaforma di collaborazione capace di gestire spazi virtuali, condividere file, organizzare gruppi e gestire meeting video.

In questi mesi di emergenza a distinguersi tra i brand distribuiti da Westcon va citato anche Pulse Secure, specialista di soluzioni zero trust e accesso sicuro. “I punti di forza delle sue soluzioni sono molti e vanno dalla facilità d’implementazione su supporti fisici, virtuali e cloud alla velocità di accesso attraverso qualsiasi tipologia di dispositivo, fino all’uso di servizi aziendali disponibili in data center, nel cloud o in ambienti ibridi” puntualizza Rosario Blanco.

L’opzione ICE (In Case of Emergency) di Pulse Secure consente poi di amplificare la capacità di accesso remoto attraverso una semplice attivazione di licenze: in questo modo è possibile fornire risposte immediate in caso di emergenza. Importante, invece, in ambito UC il ruolo di AudioCodes, lecui soluzioni SBC distribuite da Westcon consentono di usufruire da remoto dello stesso livello di servizio disponibile in azienda per le funzionalità voce.

Servizi sempre più a valore a disposizione dei dealer

Per essere ancora più vicini ai partner, in questi ultimi mesi abbiamo potenziato la nostra offerta formativa attraverso corsi e seminari che coprono sia le esigenze di rivenditori più esperti sia le richieste di chi vuole semplicemente espandere le proprie competenze” afferma Blanco, ricordando che i team di prevendita di Westcon sono sempre impegnati in attività di consulenza rivolte al canale. La divisione Servizi del distributore mette, inoltre, a disposizione un interessante servizio gratuito di valutazione dell’efficienza delle soluzioni di lavoro da remoto, offrendo indicazioni su configurazione degli accessi, protezione degli endpoint, rilevamento dei colli di bottiglia dovuti alla connessione e molto altro ancora. Parallelamente, per consentire un facile accesso a tutte le iniziative commerciali legate al suo portafoglio, Wescon ha attivato un nuovo portale, ‘Remote Working Hub’.

Dal punto di vista delle opportunità, il distributore aiuta, poi, i suoi partner a ritornare su progetti completati in passato per azioni di upselling. “Le infrastrutture basate su tecnologia F5, per esempio, oltre a permettere una gestione sicura delle applicazioni e a supportare impennate di acquisti on line come avvenuto negli ultimi mesi, consentono anche di abilitare l’accesso remoto attraverso una semplice attivazione di licenze. Questo significa che le aziende già in possesso di queste soluzioni possono immediatamente dotarsi delle necessarie funzionalità smart working” spiega Blanco, pronto a precisare che a fronte di un p ortafoglio già molto ampio e diversificato Westcon continua ad ampliare la propria offerta con l’obiettivo di aiutare i dealer a rispondere sempre meglio alle esigenze del mercato.

Essere recentemente diventati Cloud Solution Provider di Microsoft conferma questa direzione strategica, consentendoci di arricchire l’offering con nuove soluzioni cloud e di collaboration da integrare anche con altri brand già distribuiti, come Ribbon nei progetti Teams” puntualizza Rosario Blanco. A crescere in questo periodo è soprattutto l’attenzione nei confronti delle tematiche infrastrutturali, il che sta spingendo all’adozione di soluzioni che non solo ottimizzano l’uso delle applicazioni aziendali, ma riducono anche i livelli di congestione, mettendo a disposizione una rete in grado offrire estrema flessibilità.

Da qui il recente inserimento di Infovista nel portafoglio di Westcon. Importanti novità riguardano l’offerta Cybersecurity. Si è deciso di adottare un Go-To-Market basato su aree di competenza: Zero Trust, CyberSOC, Cloud Security & DevOps, IoT/OT Security.

Un’intensa attività di acquisizione sta quindi arricchendo l’offering di nuove tecnologie che metteranno nelle mani dei partner soluzioni sempre più complete; soprattutto in ottica smart working.

AUTORE: Claudia Rossi
FONTE: Channel City, Maggio 2020