A proposito dell'autore

Ciao a tutti, sono Alessandro, sono nato a Palermo il 24/01/1983 e vivo a qualche chilometro dalla città. Da anni coltivo la passione per i computer e tutto quello che ci sta attorno, con un occhio di riguardo per il mondo delle reti. Nel 2000 mi avvicino al mondo di Linux e ne resto impressionato da ciò che consente di fare, nonchè alla filosofia dell’opensource. Nel Aprile 2005 ho conseguito la certificazione Cisco CCNA. Da Novembre 2006 sono membro del CUG. Ho completato il corso HP IT Essential I e II e Cisco Network Security. Ho svolto uno stage presso Jump2Future dove mi sono occupato di redigere una ralazione per la realizzazione di un cluster basato su RedHat GFS (Global File System). Lavoro per l’IBIM-CNR di Palermo dal 2002 come tecnico informatico e gestione rete. Sto cominciando ad acquisire conoscenze nel campo del VoIP con software quali Trixbox e Elastix, realizzazione e uso di macchine virtuali basate su VMWare.

Autori: Giuseppe Li Calsi, Bartolo Scola, Alessandro Pensato, Floriana Vaglica, Davide Puleo, Roberto Indemburgo.

Introduzione

Ci sono quattro fasi che riguardano tutte le funzioni di un progetto di cablaggio:

1. Rough-In Phase: In questa fase tutti i cavi sono installati nei soffitti, nelle pareti, nei condotti del pavimento e nelle colonne montanti.
2. Trim-Out Phase. Durante questa fase le mansioni principali sono il controllo e la terminazione del cavo.
3. Finish Phase: Le mansioni principali durante questa fase sono quelle di testare il cavo, effettuare un analisi guasti e la certificazione.
4. Customer Support Phase : In questa fase il cliente viene condotto ad esaminare la rete ed gli vengono presentati i risultati delle prove convenzionali. Se soddisfatto, il cliente firmerà il progetto.

Fase di massima

In questa fase il cavo è tirato da una zona di lavoro, nelle diverse stanze o zone di lavoro. Ogni cavo è identificato su entrambe le estremità tramite etichette. Un ambiente di nuova costruzione si presta meglio a progetti di cablaggio poiché ci sono poche ostruzioni. La maggior parte dei nuovi ambienti non richiedono una progettazione speciale. Tuttavia, la coordinazione sul luogo di lavoro è essenziale. Altri operai devono essere informati delle posizioni del cavo di dati in modo da evitare di danneggiare i cavi recentemente installati. L’operazione di installazione di cavo comincia nella zona di organizzazione. Questa zona è situata generalmente vicino al TR poiché un’estremità di ogni cavo sarà terminata in essa. La distribuzione della rete richiede normalmente piccole bobine multiple di cavo o una sola bobina grande.

Istallazione del cavo orizzontale

Il cosiddetto cavo orizzontale è un cavo che viaggia fra HC e la presa della workarea. Il cavo può viaggiare orizzontalmente o verticalmente. Durante l’installazione del cavo orizzontale, è importante seguire la seguente guida di riferimento:

1. I cavi devono essere sempre paralleli alle pareti.
2. I cavi non devono essere mai disposti diagonalmente attraverso un soffitto.
3. Il percorso di cablaggio del cavo deve essere diretto e con il minor numero di girate.
4. I cavi non devono essere disposti direttamente in cima alle mattonelle del soffitto.

Il cavo di distribuzione della rete fornisce la connettività della rete dal cablaggio della base. Il cavo di distribuzione della rete viaggia solitamente dalle stazioni di lavoro alla TR, dove è collegato al cablaggio di base.

Installazione del cavo orizzontale nei condotti

L’installazione dei cavi orizzontali nei condotti richiede procedure simili all’installazione dei cavi in un soffitto aperto. Le pulegge non sono necessarie poiché i cavi sono sostenuti all’interno dei condotti. Il condotto deve essere abbastanza grande per maneggiare tutti i cavi. I condotti non devono essere riempiti mai oltre il 40% della loro capienza. I cavi nel condotto non devono eccedere i 30 m senza una scatola di tiro e non devono avere più di due curvature da 90 gradi.

La canalizzazione

La canalizzazione è una scanalatura che contiene i cavi in un’installazione. Le canalizzazioni includono i condotti elettrici comuni, vassoi di cavo, sistemi di condotto del pavimento e le canalizzazioni montate su superfici di metallo o di plastica. Le canalizzazioni montate su superfici, sono usate quando non c’è un percorso nascosto per il cavo. Questi sono più facili da installare e possono contenere un elevato numero di cavi.

Tiraggio del cavo verso le prese

Nella zona di lavoro, i cavi devono essere tirati in posizione della presa. Se i condotti sono utilizzati per funzionare dietro le pareti, un fish tape può essere inserito nel contenitore di presa ad un’estremità del condotto e spinto verso l’alto nel condotto verso il soffitto. Il cavo può essere fissato direttamente al fish tape ed essere tirato in giù dal soffitto e fuori tramite il contenitore di presa. Prima dell’installazione dei cavi, le canalizzazioni montate su superficie devono essere fissate alla parete conformemente alle raccomandazioni del fornitore. Dopo che il cavo viene tirato verso le prese, l’installatore collegherà il cavo alla TR.

Cavo di legatura

Il punto finale nel processo deve fissare permanentemente i cavi. Molti tipi di fermi sono disponibili, quali le fascette ferma-cavo o i legami di nylon. I cavi della rete non devono essere mai legati ai cavi elettrici.

Precauzioni di cablaggio orizzontale

E’ importante evitare di danneggiare il cavo o il relativo fodero quando lo si tira. Troppa tensione o troppi raggi di curvature possono fare diminuire la capacità di un cavo di trasportare i dati. Gli installatori disposti lungo l’itinerario del cavo devono guardare gli strappi e le zone di disturbo possibili prima che accadano danni.

Le prese del montaggio del drywall: regole di sicurezza

Quando si lavora in pareti, soffitti la prima cosa da fare è spegnere l’alimentazione a tutti i circuiti che passano in quelle zone di lavoro. Se non è chiaro il percorso degli altri cavi, una buona regola da seguire e quella di spegnere tutta l’alimentazione. Non toccare mai i cavi elettrici anche se tutta l’alimentazione è stata eliminata dalla zona di lavoro. Prima di cominciare il lavoro, bisogna conoscere le posizioni di tutti gli estintori; bisogna indossare vestiti adatti. I vestiti eccessivamente allentati non devono essere indossati poiché potrebbero impedire i movimenti. È importante proteggere gli occhi con occhiali di protezione. Bisogna mantenere la zona di lavoro ordinata ed sistemata e non si devono lasciare in giro attrezzi che potrebbero essere danneggiati da qualcuno che inavvertitamente li calpesta. Per montare una presa RJ-45 nel drywall, bisogna seguire i seguenti passi:

1. Selezionare una posizione per la presa che sia 30-45 centimetri sopra il pavimento. Fare un piccolo foro nella posizione selezionata e vedere se ci sono ostruzioni dietro il foro piegando una parte da legare, inserendola nel foro e ruotandola in un cerchio. Se la legatura colpisce qualcosa, c’è un’ ostruzione. Allora la procedura deve essere ripetuta fino a che una posizione non ostruita possa essere trovata
2. Prima del taglio nella parete bisogna assicurarsi che l’apertura sia diritta. Utilizzare una lama pratica per tagliare l’apertura. Spingere la lama attraverso il drywall, all’interno del profilo della mascherina, fino a che non ci sia un’apertura abbastanza grande per accomodare la lama di una sega nel buco della serratura o di una sega del drywall.

Montare le prese in intonaco

E’ più difficile da tagliare la parete dell’intonaco che deve tagliare in drywall. Per raggiungere buoni risultati è importante seguire i seguenti passi:

1. Determinare la posizione adatta per la presa.
2. Utilizzare un martello e uno scalpello per rimuovere l’intonaco dalla parete in moda da esporre l’assicella dietro l’intonaco.
3. Utilizzare una lama per togliere con attenzione l’intonaco via dall’assicella.
4. Disporre la mascherina contro il lathwork in modo che le tre strisce dell’assicella coincidano ugualmente all’alto ed al basso dell’apertura. Seguire un profilo intorno alla mascherina ed utilizzare una sega elettrica per tagliare via la striscia completa dell’assicella che è esposta nel centro dell’apertura.
5. Fare piccoli tagli sulla striscia completa, in primo luogo da un lato e poi d’altro.

Le prese del montaggio in legno

Per preparare il legno per il montaggio a livello di una presa bisogna seguire i seguenti passi:

1. Selezionare la posizione dove la scatola deve essere disposta. Ricordarsi , se la presa RJ-45 è disposta su un baseboard di legno, di evitare di tagliare l’apertura della scatola a 5 centimetri dal baseboard.
2. Inserire una sega nel buco della serratura in uno dei fori della sega lungo il profilo fino a raggiungere il foro seguente. Girare la sega e continuare a tagliare fino a che la parte di legno non viene rimossa.

Montaggio a livello di una presa in una parete

Dopo la preparazione dell’apertura in cui posizionare la presa, bisogna disporre quest’ultima nella parete. Bisogna spingere la scatola nell’apertura della parete, utilizzare delle viti per fissare la scatola alla superficie della parete. Poiché le viti sono strette, la scatola sarà più stretta alla parete.

Installazione cavo verticale

L’installazione del cavo verticale può includere i cavi di distribuzione della rete ed i cavi della base. Anche se i cavi della base possono essere tirati orizzontalmente, sono considerati parte del sistema verticale di distribuzione. I cavi di distribuzione della rete fanno parte del sistema orizzontale di distribuzione.
La maggior parte dei cavi verticali sono installati in condotti attraverso i pavimenti o in scanalature tagliate attraverso il pavimento. L’installazione del cavo verticale avviene da un piano superiore ad un piano inferiore o viceversa. È solitamente più facile tirare i cavi da un piano superiore verso un piano inferiore poiché la forza di gravità aiuta, visto che non è sempre possibile portare le grandi bobine di cavo ai piani superiori. I cavi verticali devono essere abbassati con attenzione in modo che il cavo non esca troppo rapidamente fuori della bobina. Un argano del cavo, che è indicato è utilizzato spesso per il sollevamento dei cavi. Tirare i grandi cavi con un argano genera tensione sulla corda tirante.
Un metodo per il fissaggio dei cavi verticali è quello di usare una presa della rete metallica, o una presa di Kellem e un grande bullone lungo 25 – 30 centimetri. È importante usare un formato adatto della presa. L’argano o il freno della bobina sosterrà il cavo, mentre una presa della rete metallica è installata nel pavimento.

Arresti del fuoco

La scelta dei materiali di cablaggio e la loro installazione può dare informazioni su come un possibile incendio si può diffondere nella costruzione, o sul tipo di fumo e gas emesso, sulla velocità con cui si diffondono le fiamme e il fumo. Per evitare che un possibile incendio si possa diffondere sull’intera area in cui viene realizzato il cablaggio è consigliato usare pareti divisorie che siano refrattarie al fuoco. Una parete refrattaria è costruita da materiali speciali che resistono al propagarsi di fiamme e di fumo, di gas, da una zona ad un’ altra. Tale parete inoltre limita la propagazione della fiamma dalla zona dove inizia l’incendio alle zone circostanti. Ciò può proteggere le persone dal fuoco dall’ esposizione ai gas tossici, dal fumo e dalle fiamme. Le pareti refrattarie possono anche dare agli occupanti il tempo necessario per evacuare la costruzione.
Quando il cavo deve essere tirato attraverso una parete refrattaria, deve essere praticato un foro attraverso la parete e i cavi vengono tirati attraverso tale foro. Dopo che i cavi sono tirati tramite il condotto, esso deve essere sigillato con un materiale refrattario al fuoco. Ciò previene la diffusione delle fiamme o del fumo attraverso il foro presente nella parete.

Terminazione dei mezzi di rame e combinazione dei colori

I cavi di comunicazioni sono di colore diverso in modo da identificare i diversi accoppiamenti. L’uso dei colore permette di identificare in modo univoco i diversi accoppiamenti del cavo. Ogni accoppiamento colorato del cavo è associato con un numero specifico. Il più importante tipo di cavo utilizzato per il trasferimento dati e voce, è il cavo UTP. Tale cavo ha quattro accoppiamenti di fili. Il codice di colore dei quattro accoppiamenti è il seguente:

  • Accoppiamento Bianco blu/blu
  • Accoppiamento Bianco arancione/arancione
  • Accoppiamento Bianco verde/verde
  • Accoppiamento Bianco marrone/marrone

Il primo accoppiamento è sempre posizionato su i pin 4 e 5 in una spina o presa. L’accoppiamento 4 compare sempre sui pin 7 e 8 su un spina o presa. Gli altri accoppiamenti hanno posizioni differenti in base al tipo di presa e al tipo di collegamento da realizzare. Gli schemi differenti dei collegamenti sono indicati dagli standard T568A o T568B. Se i collegamenti non sono corretti, i dispositivi su entrambe le estremità non potranno comunicare.

Spine e prese RJ-45

Le prese RJ-45 sono prese da otto conduttori che sono destinate per accettare spine RJ-45 o RJ-11. Una presa RJ-45 deve essere legata al campione di T568B o di T568A. Le spine RJ-45 hanno otto perni che servono per accomodare fino a quattro accoppiamenti. Come con le spine RJ-11 e le prese, l’accoppiamento 1 è riservato ai pin 4 e 5. l’accoppiamento 4, o l’accoppiamento di bianco/marrone, è terminato sempre sui pin 7 e 8. Gli accoppiamenti 2 e 3 possono differire in base al tipo di collegamento. Se si usa il modello T568B, l’accoppiamento 2, o l’accoppiamento di bianco/arancione, termina sui pin 1 e 2. l’accoppiamento 3, o l’accoppiamento di bianco/verde, termina sui pin 3 e 6. Se si usa il modello T568A, gli accoppiamenti 2 e 3 sono invertiti. Di conseguenza, l’accoppiamento 2 termina sui pin 3 e 6, mentre l’accoppiamento 3 termina sui pin 1 e 2. L’estremità del cavo orizzontale nella zona di lavoro è terminata solitamente con una presa RJ-45 a meno che sia usato un punto di consolidamento o un MUTOA. Nella fase di installazione, viene lasciato del cavo eccedente su entrambe le estremità. Non è raro trovare 1 m di cavo da una presa a parete. Un TR standard, dove centinaia dei cavi sono terminati, può avere 2 – 3 m di cavo in più all’estremità. Anche se questo può sembrare dispendioso, gli installatori con esperienza sanno che un eccesso di cavo fornisce più flessibilità e scalabilità. Il cavo eccedente può essere tagliato sempre, ma un cavo corto non può essere esteso. Se un cavo è troppo corto, l’unica alternativa è quella di tirare un altro cavo. Ciò è un’alternativa costosa sia nel lavoro che nel tempo.

Post correlati

Close
Entra in contatto con altri professionisti ICT, seguici su Facebook e Twitter: